24 maggio 2016

Assicurazione Auto, Attestato di rischio, Bonus Malus e Classe di Merito: Come Funziona?

Attestato di rischio per polizze Rc auto: dove si trova, validità, cosa è la Classe Universale - Il bonus malus è il sistema con il quale vengono calcolate la maggior parte delle tariffe del premio di polizza per automobili, ciclomotori e motocicli: ad una bassa classe di bonus malus corrisponde un'assicurazione più economica. Gli aumenti o le diminuzioni del premio annuale sono legate alla classe di merito (o Classe Universale) assegnata al contratto dell'assicurazione che peggiora (malus) se si verificano sinistri con responsabilità principale del conducente o migliora (bonus) se il conducente non ha incidenti.
Leggi anche: Assicurazione Auto Gratuita e Perdita Classe di Merito: Nessuna Modifica al Bonus Malus
Se durante l'annualità assicurativa il proprietario del veicolo non è coinvolto e soprattutto non causa nessun incidente, la classe di merito per il premio della polizza scende; si va dalla classe più costosa ovvero la diciottesima fino a raggiungere la prima se l'automobilista è sempre molto attento: la 1a classe si ottiene dopo anni di guida sicura. Con una guida prudente il contraente si assicura una riduzione del premio assicurativo nell'anno seguente (teoricamente: le compagnie assicurative tendono ad aumentare ogni anno il premio stesso).

Nel momento in cui il conducente del veicolo causa un incidente, perde due classi di merito (malus) e deve pagare un prezzo più alto per la polizza Rc auto; il sinistro viene registrato nell'attestato di rischio sul quale sono riportati gli incidenti nei quali è stato coinvolto l'automobilista negli ultimi 5 anni (periodo che coincide con la validità del documento stesso) e vi è segnata la classe bonus/malus in cui rientra l'assicurato. Nel momento in cui decidiate di non rinnovare l'assicurazione auto oppure di non stipulare nessuna assicurazione Rc, allora dovete sapere che perdete la vostra storia assicurativa e l'attestato di rischio: di conseguenza non avete più le classi di merito guadagnate e quando stipulate una nuova polizza, questa vi costerà più cara.

Leggi anche
Assicurazione Auto per Disabili, Agevolazioni Acquisto e Legge 104 Conviene Stipulare Garanzie Accessorie sull'Rca?
Disdetta Polizza Auto o Moto: Come e Quando si può Disdire l'Assicurazione Assicurazioni Auto e Moto: è Utile Aggiungere la Polizza Kasko?

I sinistri che si sono verificati negli ultimi 5 anni e per i quali la compagnia assicurativa ha dovuto versare, anche a titolo parziale, una somma alle parti coinvolte, vengono riportati nell'attestato di rischio sia per responsabilità principale del conducente sia per concorso di colpa paritario delle parti coinvolte.

Quando l'incidente avviene tra due veicoli il responsabile principale è il guidatore al quale viene attribuito un grado di colpa minimo del 51%, mentre se nell'incidente sono implicati più mezzi di trasporto il responsabile principale è il guidatore con il grado di colpa superiore a quello degli altri conducenti coinvolti. Al pagamento del sinistro corrisponde la perdita della classe di merito (malus) precedentemente conseguita.

La compagnia assicurativa non fa scattare il malus sul pagamento dell'assicurazione auto qualora il conducente abbia una responsabilità non principale ovvero al di sotto del 50%, ma segnerà comunque nell'attestato di rischio l'incidente e se il guidatore raggiunge una percentuale del 51% nei 5 anni successivi, verrà applicato il malus al primo pagamento.

Classi di merito, bonus/malus e attestato di rischio: note importantiNell'attestato di rischio sono incluse la classe di merito universale e la classe di merito interna, quest'ultima è una tabella elaborata in autonomia dalla compagnia assicurativa.

Ma se la classe di merito viene ereditata? Ereditare la classe di merito non significa che si eredita anche la classe raggiunta dal precedente conducente anzi, la compagnia assicurativa applica una tariffa molto più alta per l'assicurazione auto o moto.

Ricordatevi che potete trovare l'attestato di rischio sul sito internet della vostra compagnia assicurativa nell'area riservata, dalla quale si può consultare in qualsiasi momento. Il documento deve essere messo a disposizione prima della scadenza del contratto della polizza Rc (minimo 30 giorni).