1 luglio 2015

Assicurazione Auto e Attestato di Rischio Online: Cos'è Cambiato dal 1 Luglio 2015

Dal 1 luglio 2015 l'attestato di rischio è diventato elettronico: scopriamo cosa cambia per gli assicurati e quali dati include - La dematerializzazione dell'assicurazione auto è ormai prossima e consentirà di sostituire l'attestato di rischio e il contrassegno cartaceo con quello elettronico. Il processo è iniziato il 18 aprile, data entro la quale le compagnie assicurative hanno inserito nella banca dati della Motorizzazione Civile ogni dato riportato sull'attestato di rischio dei clienti, in tal modo sarà possibile aggiornare in tempo reale la situazione relativa alla polizza auto.

Tutti i dati relativi alle polizze Rc auto sono inserite in una banca dati che consente, tramite la lettura della targa del veicolo mediante il dispositivo Targa System, di verificare in tempo reale se il veicolo è assicurato e di combattere efficacemente il fenomeno delle frodi. A tal proposito l'IVASS ha emesso un regolamento con il quale si stabiliscono le regole per l'uso della banca dati dell'attestato di rischio online.

Le informazioni contenute nella banca dati devono essere rese disponibili agli assicurati almeno 30 giorni prima della scadenza del contratto della polizza auto: le compagnie assicurative devono aggiornare le informazioni relative alle assicurazioni auto e verificare la correttezza dei dati inseriti.

Nell'attestato di rischio online si trovano i dati relativi all'assicurato ovvero nome e cognome e codice fiscale, la denominazione sociale della compagnia assicurativa, il numero di targa del veicolo, il numero del contratto di polizza, l'importo del premio della polizza Rc auto e la data di scadenza della stessa, il numero degli incidenti avvenuti negli ultimi 5 anni, il tipo di danno rimborsato, la classe di merito di provenienza e quella assegnata dalla compagnia per l'annualità successiva, eventuali importi delle franchigie richiesti e non versati dall'assicurato.

L'attestato di rischio elettronico deve essere consegnato 30 giorni prima della scadenza del contratto, di conseguenza, dato che dal 1 luglio le nuove norme sono entrate in vigore, dovreste averlo ricevuto entro il 1 giugno: se così non fosse potete richiederlo seguendo le indicazioni contenute nell'articolo Attestato di Rischio Online: Richiesta in Caso di Mancato Inoltro.

Invio telematico dell'attestato di rischio della polizza Rc autoUn vantaggio della dematerializzazione riguarda l'invio dell'attestato di rischio alla nuova compagnia qualora si decida di cambiare assicurazione: sarà compito delle compagnie procurarsi il documento. Se volete potete consultare e scaricare il regolamento completo dalla pagina internet dell'IVASS.

Ma cosa devono fare gli assicurati? I clienti delle compagnie assicurative non devono fare nulla in quanto devono essere avvisati dalla propria assicurazione sulle modalità da seguire nel passaggio dall'attestato di rischio cartaceo a quello elettronico: lo stesso è disponibile nell'area personale del sito internet della compagnia e può essere inviato tramite modalità di consegna telematiche aggiuntive su richiesta del cliente. Inoltre chi non ha familiarità con i sistemi informatici potrà continuare a ricevere l'attestato di rischio cartaceo e per ottenerlo è sufficiente fare richiesta alla propria compagnia, ma in questo caso il documento non ha nessun valore legale.

Nessun commento: