26 luglio 2017

Assicurazione Auto: CID Compilato in Modo Errato, Cosa Fare per Correggere gli Errori

Come rimediare agli errori commessi nella constatazione amichevole d'incidente stradale: ecco cosa fare in caso di errata compilazione del CID.
Il modulo Convenzione Indennizzo Diretto è legato a doppio filo alle assicurazioni auto e moto e serve per descrivere la dinamica di un incidente tra due veicoli per ricevere l'eventuale rimborso in caso di danni a cose o a persone. Di seguito scopriamo come rimediare agli eventuali errori o alle sviste commesse in fase di compilazione del documento.

Come sapete il modulo CID deve essere compilato da entrambe le parti coinvolte nel sinistro, ma purtroppo può capitare, a causa della momentanea agitazione o per una svista o anche per volontà fraudolenta, di sbagliare i dati inseriti e conseguentemente compromettere la corretta valutazione, da parte della compagnia assicuratrice, della dinamica dell'incidente e dei danni provocati o subiti.

Come correggere gli errori sul modello della constatazione amichevole. Chi dovesse ritrovarsi con un CID errato deve sapere che è possibile porvi rimedio, in particolar modo grazie alla Corte Costituzionale la quale nel 2013 ha emesso una sentenza che regolamenta una questione rimasta fino a quel momento senza un'indicazione chiara e valida a livello legale.

Nel dettaglio i giudici della Corte Costituzionale hanno analizzato la situazione in cui uno dei conducenti coinvolti nel sinistro riporti nella constatazione amichevole dati falsi o descriva la dinamica dell'incidente in modo errato in modo da risultare l'unica parte lesa.

CID errato: come porre rimedio agli errori commessiQualora si verifichi una di queste situazioni si può rimediare agli errori commessi nel modulo CID nel momento in cui emergono altri elementi idonei a dimostrarne l'errata compilazione e far ritenere che l'incidente non si sia svolto come dichiarato erroneamente oppure che l'episodio descritto nella constatazione amichevole non si sia verificato.

Ma quali sono questi elementi? La Consulta ha stabilito che servono una consulenza tecnica d'ufficio, la dichiarazione di uno o più testimoni e l'interrogatorio formale della controparte in giudizio. Per di più il giudice istruttore può accertare una sospetta contrarietà tra quanto dichiarato nel CID e i danni che risultano concretamente dagli atti.

Se volete maggiore serenità evitando questi problemi, potete stipulare un'assicurazione auto che includa una scatola nera: installando sul proprio veicolo una black box si evita di incorrere in questi inconvenienti fin dall'origine in quanto il dispositivo registra l'esatta dinamica di un sinistro e la compagnia assicurativa può attribuire le responsabilità senza ombra di dubbio. Inoltre chi installa una scatola nera ottiene riduzioni e/o sconti sul premio di polizza dell'Rca.

Nessun commento: