10 novembre 2015

Assicurazione RC Auto e Risarcimenti ai Pedoni Coinvolti negli Incidenti: Cosa Fare

Polizza RC auto e passanti coinvolti in incidenti stradali: cosa deve fare il pedone per ottenere un risarcimento dall'assicurazione della controparte - I rimborsi nel campo delle polizze auto riguardano sia i conducenti e i passeggeri dell'automobile sia i pedoni coinvolti in un incidente stradale con un veicolo i quali possono rivalersi sull'assicurazione auto del guidatore. Purtroppo i sinistri stradali di questa tipologia sono abbastanza frequenti: in base ai dati ACI-Istat nel 2014 ben 22.310 pedoni sono rimasti feriti.
Qual'è la procedura da seguire per ricevere il giusto risarcimento? Scopriamo cosa fare quando si rimane coinvolti in questa spiacevole situazione.

Diciamolo subito, la maggior parte delle volte la colpa degli incidenti tra automobili e pedoni, è degli automobilisti e i dati ACI-Istat parlano chiaro infatti solamente il 3,7% dei sinistri è avvenuto a causa della condotta impropria dei passanti che hanno attraversato senza rispettare le norme o sbadatamente. Comunque sia, per Legge, il pedone rimane sempre parte lesa anche se commette un errore in quanto sicuramente svantaggiato nei confronti di un qualsiasi veicolo a motore: questi non si vedrà addossare l'intera responsabilità dell'incidente ma solo il concorso di colpa, e avrà comunque diritto ad un rimborso, benché in misura ridotta.

Incidente stradale a piedi e risarcimento assicurazione RC auto - Quali passi bisogna seguire nel momento in cui un passante viene coinvolto in un sinistro stradale? Per ricevere il giusto risarcimento dalla polizza RCa dell'automobilista è necessario:
  • fornire la prova dell'accaduto: il pedone è il primo a dover dimostrare di aver subito un danno in seguito ad un incidente stradale, procurandosi le ricevute mediche, diagnosi e referti; quando si verifica un sinistro ovviamente questi documenti devono essere conservati
  • in seguito il passante deve spedire la richiesta di rimborso alla compagnia assicurativa dell'automobilista, indicando l'esatta portata del danno subito. L'assicurazione potrà verificare quanto dichiarato inviando a casa del richiedente un medico legale di fiducia
    Assicurazione auto e incidente stradale con pedone: cosa deve fare il passante
  • da questo momento in poi la compagnia ha 90 giorni di tempo a disposizione, come previsto per legge, per comunicare un'offerta di risarcimento
  • il pedone coinvolto nell'incidente stradale può rifiutare l'offerta se la ritiene insufficiente, ma in questo caso deve necessariamente ricorrere all'istituto della negoziazione assistita ovvero gli avvocati delle parti coinvolte nell'incidente stradale, cercheranno un accordo ed hanno a disposizione 3 mesi di tempo per trovarlo: successivamente il richiedente potrà rivolgersi al giudice di pace o civile
Purtroppo può capitare di imbattersi in un pirata della strada e conseguentemente di non poter identificare il veicolo che ha causato l'incidente oppure di incappare in un automobilista non assicurato: in entrambi i casi è possibile ricorrere al Fondo di Garanzia Vittime della Strada il quale rimborsa il danno per intero. In questo caso la parte coinvolta nell'incidente stradale deve rivolgersi ad una delle compagnie assicurative individuate periodicamente dall'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS).

Nessun commento: