14 giugno 2017

Codice della Strada: Limitazioni Auto per Neopatentati, Parcheggi, Immatricolazioni

Le norme del Codice della Strada su limiti per neopatentati, revoca patente, pagamento parcheggi, immatricolazioni all'estero.
Oltre all'ergastolo della patente per chi causa incidenti con vittime (sanzione che si aggiunge alle nuove e pesanti conseguenze penali, che però la Consulta potrebbe dichiarare incostituzionali), nel 2016 sono state introdotte importanti novità al Codice della Strada che riguardano automobilisti e motociclisti, in particolare su soste a pagamento, immatricolazioni all'estero, limitazioni per neopatentati. Un'altra importante modifica apportata al Codice della Strada è l'introduzione del Targa System per il controllo di Rc auto e revisioni, di cui parliamo in modo approfondito nell'articolo Assicurazione Rc Auto e Moto e Controlli Automatici.

Novità Codice della Strada: parcheggi a pagamento col bancomat - Dal 1 luglio 2016 tutti i dispositivi presenti nei parcheggi a pagamento che controllano la durata della sosta si devono poter attivare utilizzando la carta di credito o il bancomat in aggiunta alle monete. Molto interessante essere al corrente che se entro tale data il Comune non si è ancora adeguato abilitando i dispositivi al pagamento con le carte di debito/credito, allora l'automobilista potrà parcheggiare gratis senza rischiare di essere multato o sanzionato. Al momento questo è quanto prevede la normativa, aggiorneremo l'articolo nel caso in cui tale possibilità dovesse subire eventuali modifiche, comunque nel febbraio 2017 il giudice di pace di Fondi, provincia di Latina, ha proprio dato ragione ad un automobilista che bel 2016 aveva fatto ricorso per aver preso una multa: "Gli automobilisti, in mancanza di dispositivi attrezzati col bancomat, potranno ritenersi autorizzati a parcheggiare gratis e senza il rischio di essere multati", questo quanto riportato nella sentenza del 21 febbraio 2017.

Procedura per immatricolazione auto all'estero - Il Codice della Strada è stato modificato al fine di contrastare tutte le immatricolazioni di veicoli acquistati in Italia effettuate all'estero con il solo intento di evitare di versare il bollo e di pagare sanzioni. Dal 2016 l'automobilista interessato all'esportazione per la successiva immatricolazione dell'automobile all'estero è tenuto a maggiore trasparenza in quanto deve obbligatoriamente presentare al Pubblico Registro Automobilistico anche la copia dei documenti doganali di esportazione oppure, in caso di cessione all'interno della Comunità Europea, copia dei documenti comprovanti la radiazione dal PRA stesso.

novità codice della stradaErgastolo della patente per chi causa incidenti con vittime - Per arginare il fenomeno dei "pirati della strada" il governo Renzi ha introdotto nuove sanzioni penali per chi causa incidenti con vittime o con lesioni: si va da 6 mesi a 18 anni di carcere in base alla gravità delle conseguenze e al comportamento del guidatore che l'ha causato (velocità, alterazione mentale per alcol o sostanze stupefacenti, omissione di soccorso...). In caso di condanna in seguito ad un incidente con colpa per come sopra, c'è l'ergastolo della patente: in pratica la revoca della patente da 5 a 15 anni, fino a 30 anni se c'è omissione di soccorso.

Quali limitazioni per i neopatentati, anche in caso di nuova patente dopo revoca - Con le novità 2016 al Codice della Strada si prevedeva che ci fosse anche la riduzione a 6 mesi del periodo di tempo durante il quale chi ha appena conseguito la patente non può mettersi alla guida di un autoveicolo la cui potenza non rientra nei limiti, ma questo non è avvenuto: rimane quindi in vigore la limitazione per i titolari di patente di guida B la quale prevede che per 12 mesi a partire dal conseguimento della patente non si possano guidare automobili con potenza oltre la limitazione specifica stabilita.

Il limite di potenza delle auto per neopatentati è così stabilito: il veicolo non deve superare i 70 kW di potenza, pari a 95 cavalli circa, e non deve avere un rapporto peso/potenza superiore ai 55 kW per tonnellata, pari a 75 cavalli per tonnellata circa. Il mancato rispetto di questi limiti porta alla sospensione della patente ed una multa di 152 euro: in sintesi si complica non poco la vita a chi ha appena avuto la fortuna di conseguire la patente. Per semplificare il calcolo rapporto peso/potenza è stato messo a disposizione un servizio sul sito internet de il Portale dell'automobilista: inserendo la targa del veicolo è possibile scoprire se è possibile guidarlo senza incorrere in sanzioni. Comunque vi basta fare il seguente calcolo: "potenza dell'auto in kW" diviso "peso dell'auto in kg", il massimo risultato che deve venire è 0.055, se superiore il mezzo non è adeguato.

Rimane identico il limite di velocità per neopatentati: tali limiti sono in vigore dal 2011 ed è previsto che per i primi tre anni di patente non si possano superare i 100 km/h in autostrada e i 90 km/h sulle strade extraurbane principali. Ricordiamo inoltre che, sempre per i primi tre anni, i neopatentati non possono assolutamente bere alcolici e mettersi alla guida (ovvero il tasso alcolemico deve essere pari a 0, quando di norma non deve superare lo 0,5) e che in caso di infrazioni al Codice della Strada che portano alla sottrazione di punti sulla patente i punti tolti sono il doppio.

Le limitazioni per neopatentati si applicano a partire dal conseguimento della patente nei seguenti casi:
  • in caso di nuova patente italiana
  • in caso di nuova patente rilasciata a seguito di revoca della precedente per i casi dovuti a "gravi motivi di condotta" previsti dall'art. 219 cds (vedasi la Circolare "23/02/2012 - Prot. n. 5262 - Riconseguimento a seguito di revoca" del Ministero delle Infrastrutture)
  • per i militari che hanno convertito la loro patente
  • per gli stranieri che hanno convertito la loro patente
I limiti non si applicano solamente se il conducente anche se neopatentato circola in Italia con patente estera, anche se il conducente è italiano.

14 commenti:

Anonimo ha detto...

I limiti di potenza del veicolo si applicano anche per neopatentati a seguito revoca patente x sanzione accessoria?

Luca Filetti ha detto...

Abbiamo aggiornato l'articolo per rispondere al suo e ad altri quesiti relativi ai limiti per neopatentati: nel caso di revoca patente per sanzione accessoria non si applicano i limiti di potenza del veicolo.

Unknown ha detto...

É ufficiale la diminuzione da 12 a 6 mesi ? (Neopatentati)
Grazie !

Anonimo ha detto...

Mi sono informato per quanto riguarda i limiti di potenza per le auto guidabili da neopatentati nel primo anno dal conseguimento della patente e mi risulta che non siano ancora stati introdotti effettivamente i limiti da 12 a 6 mesi per auto considerate "ad alte prestazioni" (art. 117 CdS).
Se è corretto dovrebbe essere stata approvata alla Camera dei Deputati ma è ferma in Senato (probabilmente verrà approvata ma, se ci dovessero essere modifiche, dovrà ritornare alla Camera per essere approvata nuovamente).
Dopodichè quando verrà pubblicato il tutto sulla Gazzetta Ufficiale il governo avrà 1 anno di tempo per scrivere il nuovo Codice della Strada.

Luca Filetti ha detto...

Abbiamo corretto l'articolo: ringraziamo il gentile lettore per averlo segnalato.

mirca oneto ha detto...

Quindi mi tocca aspettare luglio.. Non succederà mai che passi sta legge.. Che da 12 si passa a 6 mesi..

Anonimo ha detto...

Scusate, ma nel caso fosse approvata senza modifiche al Senato, diventerebbe esecutiva da subito o prima deve essere introdotta nel nuovo Codice della Strada?

Anonimo ha detto...

Sapete cosa succede se limitano così tanto la potenza del motore?
Succede che:
Chi ha i soldi si prende un'auto e via, non ha più problemi;
Chi NON ha i soldi, sta per un anno senza guidare ( magari non ha nessuno che possa aiutarlo con la patente da 10 anni ) e se l'esame l'ha preso con tanta fortuna, quello dopo un anno sarà un pericolo pubblico più del poter guidare subito un'auto.

Io non posso guidare l'auto di famiglia perché è molto leggera superando il rapporto peso/potenza. Quest'auto l'ho usata con il foglio rosa e devo dire che non vedo dove sia il problema, l'auto può avere anche un miliardo di CV, se usi bene la frizione non succede nulla.

Morale: chi non sa guidare, dopo un'anno sarà un pericolo pubblico. Chi sa guidare, invece, deve soffrire per quelli che prendono la patente conoscendo l'amico dell'amico che conosce altri amici di altri amici etc.

Unknown ha detto...

Se ho conseguito la patente B il 23 gennaio scorso, oggi 23 gennaio sono ancora definito neopatentato per quanto riguarda la potenza?

Christian Citton ha detto...

L'anno è scaduto, quindi no.

Danilo ha detto...

Mi potete dare i riferimenti normativi in merito a questa definizione:
Le limitazioni per neopatentati si applicano a partire dal conseguimento della patente nei seguenti casi:
in caso di nuova patente rilasciata a seguito di revoca della precedente (tranne se la revoca è avvenuta come sanzione accessoria art. 219 cds)

Christian Citton ha detto...

C'è stato un errore di battitura, in tali casi si applicano i limiti per neopatentati: abbiamo corretto il pezzo, grazie per l'appunto.

Anonimo ha detto...

Non si sa nulla se è passata la legge da 12 a 6 mesi per i neopatentati?

Christian Citton ha detto...

Sì, si sa: non è passata. Nell'articolo è spiegato.