11 nov 2021

Revisione Auto e Moto: Costo, Bonus, Multe e Novità

Il costo della revisione è 79 euro e il bonus Veicoli Sicuri è di 9 euro, novità per la revisione delle auto storiche.
Dal mese di novembre 2021 sono attive alcune novità per la revisione auto e moto: il costo aumenta per le revisioni in officina e in Motorizzazione, ma viene attivato un bonus revisione (ufficialmente bonus Veicoli Sicuri). Non solo rincari ma anche buone notizie, perché viene semplificata la procedura per la revisione di veicoli di interesse storico e collezionistico, che si potrà fare nelle officine autorizzate

Queste novità 2021 sulla revisione auto e moto si aggiungono a quelle del 2018, che riportiamo più sotto in questo articolo per darvi un aggiornamento completo. Ci sono anche importanti novità sul Codice della Strada, attive anch'esse da novembre 2021.

Revisione auto e moto: costo in aumento

La prima revisione va fatta dopo 4 anni dalla data di immatricolazione e rilascio della carta di circolazione, poi si fa ogni due anni, sia per le auto che per le moto. La revisione può fare anche prima del mese di scadenza, che è sempre quello in cui è stato immatricolato il veicolo.

Il prezzo della revisione cambia se la si fa in un centro autorizzato o alla Motorizzazione Civile:
  • il costo della revisione auto o moto in officina è aumentato da 66,88 euro a 79,02 euro a partire
  • il costo della revisione auto o moto in Motorizzazione Civile è aumentato da 45 euro a 54,95 euro
Gli aumenti di costo per la revisione sono validi dal 1 novembre 2021.


Bonus Revisione: importo, requisiti per averlo

Per far fronte all'aumento del prezzo della revisione, con la legge 178 del 30 dicembre 2020, articolo 1 comma 706, è stato attivato il bonus Veicoli Sicuri di importo pari a 9,95 euro e che si potrà chiedere fino al 2023, solo una volta per un solo veicolo.

ATTENZIONE: i fondi per il bonus revisione sono di 4 milioni di euro e basteranno per circa 400.000 richieste totali. Considerato che ogni anno si fanno oltre 15 milioni di revisioni auto, moto e altri veicoli, senza importanti rifinanziamenti del bonus vale il principio del chi prima arriva meglio alloggia, come del resto è scritto nel decreto del Ministero dei Trasporti del 21 settembre 2021 proprio sull'attivazione del bonus Veicoli Sicuri: "I contributi saranno assegnati secondo l'ordine temporale di ricezione delle richieste fino ad esaurimento delle risorse disponibili".

prezzo revisione
Inoltre la domanda di bonus revisione non si potrà fare prima del 21 dicembre perché nel decreto è specificato che "la piattaforma entrerà in esercizio a decorrere dal sessantesimo giorno successivo alla pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana", che è avvenuta il 22 ottobre 2021: quindi chi deve fare la revisione prima dell'attivazione della piattaforma non potrà avere il bonus.

Per registrarsi alla piattaforma Bonus Veicoli Sicuri si dovranno usare le proprie credenziali SPID, oppure la Carta dei Servizi (tessera sanitaria con codice fiscale) o la carta d'identità elettronica, poi andranno inseriti la data della revisione auto o moto, la targa, una mail per ricevere la risposta, un codice Iban per ricevere il bonus tramite bonifico.

Revisione auto storiche: procedura semplificata, si può fare in officina

Dal 20 novembre 2021 sarà possibile fare la revisione di veicoli di interesse storico e collezionistico nelle officine autorizzate, se immatricolato prima del 1 gennaio 1960: il Ministero dei Trasporti ha dato il via libera tramite decreto.

La revisione delle auto storiche in Motorizzazione Civile si può continuare a fare e diventa la sola possibilità se il mezzo non possa effettuare le prove sui rulli dinamometrici delle normali officine: in tal caso, presso un centro provinciale della Motorizzazione Civile si farà il controllo della frenata con un dispositivo GPS.

Il costo della revisione di un'auto storica è lo stesso che per gli altri veicoli, come anche i controlli che vengono effettuati, ma dal 20 novembre 2021 con una deroga al controllo delle emissioni per i veicoli costruiti prima del 4 agosto 1971.

Ricordiamo che c'è una netta differenza tra auto storiche e auto d'epoca:
  • un'auto storica, o meglio un veicolo d’interesse storico e collezionistico, deve essere stata immatricolata da almeno 30 anni e va iscritta in un registro ASI e può circolare liberamente per strada
  • un'auto d'epoca è sempre un veicolo d’interesse storico e collezionistico immatricolato almeno 30 anni prima, ma non può circolare per strada perché non rispetta più le norme in vigore e il suo libretto di circolazione è stato ritirato (la vettura è cancellata dal PRA), può circolare solo con specifica autorizzazione per particolari eventi

Revisione auto e moto: multa, certificato e assicurazione

Questi in sintesi i punti salienti sulla revisione:
  • multa per mancata revisione auto o moto: la sanzione parte da 168 euro ed arriva fino a 674 euro, importo che raddoppia se il controllo è saltato per più di una volta, ai quali vanno aggiunti i costi per del fermo amministrativo che dura 90 giorni; inoltre viene ritirato il libretto di circolazione, restituito solo se il veicolo supera la revisione
  • non c'è multa automatica se non si fa la revisione alla scadenza: la sanzione scatta solo se si circola col veicolo che deve ancora essere controllato
  • assicurazione e mancata revisione: in caso di sinistro stradale con colpa si rischia che la compagnia assicurativa si avvalga del diritto di rivalsa, ovvero chieda di rimborsare quanto versato alle parti coinvolte nell'incidente
  • non c'è obbligo di pagare il bollo per fare la revisione
  • dal 2018 viene rilasciato il certificato di revisione, contenente i dati del veicolo (targa, telaio ecc...) e i chilometri percorsi fino a quel momento
Nessun commento: